«Sicurezza sociale nella società migratoria svizzera» – Conferenza annuale della Commissione federale della migrazione CFM

Berna, 31.03.2023 - In Svizzera, le persone in difficoltà trovano sostegno in una rete di assicurazioni sociali. Ma nella società migratoria che caratterizza il nostro Paese la protezione non è uguale per tutti. Chi è privo del passaporto svizzero, per esempio, rischia di incorrere in conseguenze legali se percepisce l’aiuto sociale, cosicché alcuni preferiscono rinunciare a tale aiuto e fanno la fila davanti alle istituzioni di soccorso per avere qualcosa da mangiare, si indebitano o lesinano sulle necessità di base. Altri, come i sans papiers, i working poor, i senzatetto o i rifugiati che percepiscono un aiuto sociale molto limitato cadono anch’essi attraverso le maglie della rete di sicurezza finendo nella precarietà e nella povertà. In occasione della Conferenza annuale del 6 aprile 2023, la CFM esaminerà gli aspetti della (in)sicurezza sociale in Svizzera sul piano individuale e sociale e individuerà le sfide attuali e le possibili soluzioni insieme a ricercatori, persone che vivono in condizioni di povertà, addetti ai lavori e rappresentanti della sfera politica.

Dopo il discorso di benvenuto della consigliera federale Elisabeth Baume-Schneider, incentrato sulle attuali sfide della politica migratoria svizzera, la Prof.ssa Eva Maria Belser, dell’Università di Friburgo, il Prof. Dominik Hangartner, del Politecnico federale di Zurigo, e il Prof. Jean-Pierre Tabin, della Scuola universitaria professionale della Svizzera occidentale a Losanna, discuteranno da una prospettiva scientifica le numerose questioni che emergono dalle interrelazioni tra sicurezza sociale e migrazione. Quali sono le conseguenze, da un punto di vista costituzionale, se le persone senza passaporto svizzero non beneficiano dello stesso trattamento in termini di sicurezza sociale? In che modo l’aiuto sociale influisce sull’inserimento nel mercato del lavoro e sul tasso di criminalità dei rifugiati? In che modo la coesione sociale e la solidarietà si intrecciano con la sicurezza sociale degli individui e quali sono le implicazioni per la Svizzera in quanto società migratoria?

Alcuni addetti ai lavori e rappresentanti delle scienze applicate presenteranno quindi dei progetti innovativi e partecipativi per combattere la povertà insieme ai diretti interessati. La Prof.ssa Claudine Burton-Jeangros, dell’Università di Ginevra, illustrerà i risultati dell’«Opération Papyrus» in merito alle condizioni di vita e allo stato di salute dei migranti la cui situazione di soggiorno è stata regolarizzata. La ricercatrice Flavia Hug, dell’Immigration Policy Lab del Politecnico federale di Zurigo, analizzerà l’impatto del linguaggio semplice nella pubblica amministrazione, mentre il Prof. Oliver Hümbelin, della Scuola universitaria professionale di Berna, metterà in luce gli ostacoli che si incontrano nel percepire l’aiuto sociale nonché le opportunità di un nuovo sistema di monitoraggio della povertà. Mirjam Zbinden, dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali, la Prof.ssa Emanuela Chiapparini, Kevin Bitsch e Gabriela Feldhaus, della Scuola universitaria professionale di Berna, e Michael Zeier e Christian Vukasovic, promotori del progetto «Armut-Identität-Gesellschaft» del movimento «ATD Quart Monde en Suisse» presenteranno poi le esperienze maturate con vari progetti partecipativi finalizzati alla lotta contro la povertà.

La Conferenza si concluderà con la tavola rotonda sul tema «Sicurezza sociale – per tutti?»: Marianne Binder-Keller, consigliera nazionale del Cantone di Argovia, Thierry Apothéloz, consigliere di Stato del Cantone di Ginevra, Markus Kaufmann, direttore generale della Conferenza svizzera delle istituzioni dell’azione sociale CSIAS, e Beat Ringger, autore ed ex direttore esecutivo di Denknetz, analizzeranno il tema della conferenza da una prospettiva di politica sociale, migratoria e di integrazione.

La Conferenza annuale 2023 della CFM offre ai rappresentanti dei media una visione approfondita delle discussioni in corso sulla sicurezza sociale nella società migratoria svizzera e offre l’opportunità di confrontarsi con diversi esperti.
 

Informazioni sull’evento: giovedì, 6 aprile 2023, dalle 09.15, al Casinò di Berna,
https://app.zoon.ch/event/ekm-jahreskonferenz-2023
 
Iscrizione per gli operatori dei media
: entro il 4 aprile 2023, per e-mail (lisasophia.marti@ekm.admin.ch)


Indirizzo cui rivolgere domande

Commissione federale della migrazione CFM, T +41 58 465 91 16, ekm@ekm.admin.ch



Pubblicato da

Commissione federale della migrazione
http://www.ekm.admin.ch

Ultima modifica 30.01.2024

Inizio pagina

Abonnarsi ai comunicati

https://www.e-doc.admin.ch/content/ekm/it/home/aktuell/mm.msg-id-94014.html