La Svizzera e la Macedonia del Nord concludono un partenariato in materia di migrazione

Berna, 07.11.2022 - La Svizzera e la Macedonia del Nord sono ora legate da un partenariato in materia di migrazione. Il 7 novembre 2022 la consigliera federale Karin Keller-Sutter e il ministro dell’interno macedone Oliver Spasovski hanno firmato a Berna il corrispondente memorandum d’intesa. Quello con la Macedonia del Nord è il quarto partenariato in materia di migrazione concluso dalla Svizzera con un Paese dei Balcani occidentali.

Il memorandum d'intesa fissa il quadro generale per tutti gli aspetti della cooperazione migratoria tra Svizzera e Macedonia del Nord. Prevede l'istituzione di un processo congiunto di dialogo e di riflessione per ampliare la cooperazione tra i due Paesi in diversi settori, in particolare la prevenzione della migrazione irregolare, la riammissione, la promozione della migrazione regolare o le sinergie tra migrazione e sviluppo.

Partenariati con quattro Paesi balcanici

Finora la Svizzera ha concluso otto partenariati in materia migratoria, di cui quattro con Paesi dei Balcani occidentali. Il primo Paese balcanico a sottoscrivere un partenariato con la Svizzera è stata la Bosnia ed Erzegovina, seguita dalla Serbia nel 2009 e, l'anno successivo, dal Kosovo. In materia migratoria, la regione riveste un ruolo cruciale per la Svizzera e per tutta l'Europa. Essendo il primo Paese, dopo la Grecia, raggiunto dai migranti che tentano di giungere nell'Europa occidentale attraverso la rotta balcanica, la Macedonia del Nord ha affrontato sfide impegnative durante la crisi migratoria del 2015‑2016. Sfide che si sono ripresentate dopo l'intensificarsi dei flussi migratori a seguito dell'allentamento delle misure legate alla pandemia di COVID.

Nel corso degli ultimi anni, la Svizzera e la Macedonia del Nord hanno intensificato la loro cooperazione al fine di garantire una gestione efficace della migrazione. Al momento la Svizzera sostiene un progetto avviato dall'Organizzazione internazionale per le migrazioni volto a potenziare la cooperazione transfrontaliera e le capacità di gestione delle frontiere nella Macedonia del Nord.

Inoltre, dal 2012, i due Paesi sono legati da un accordo di riammissione. Da allora il numero delle domande di asilo presentate da cittadini della Macedonia del Nord in Svizzera è notevolmente calato. Mentre nel 2012 1137 persone avevano fatto domanda di asilo in Svizzera, nel 2021 sono state soltanto 69. Anche l'abolizione, nel 2009, dell'obbligo di visto per entrare nello spazio Schengen - abolizione estesa anche ai cittadini di Bosnia ed Erzegovina e della Serbia - ha permesso di consolidare la collaborazione bilaterale.

La Svizzera è attiva da molti anni in Macedonia del Nord anche attraverso la Segreteria di Stato dell'economia e la Direzione dello sviluppo e della cooperazione. Il nuovo programma di cooperazione della Svizzera 2021-2024 ha identificato tre priorità: governance democratica, sviluppo economico duraturo nonché ambiente e servizi di utilità pubblica sostenibili.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio di comunicazione DFGP, info@gs-ejpd.admin.ch, T +41 58 462 18 18


Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Segreteria di Stato della migrazione
https://www.sem.admin.ch/sem/it/home.html

Ultima modifica 06.06.2024

Inizio pagina

https://www.e-doc.admin.ch/content/ejpd/it/home/attualita/mm.msg-id-91243.html